Nell’interessante articolo di   e  , pubblicato il 10 settembre su “Il Sole 24 Ore”  viene fatta una panoramica inerente alla Manovra 2018, attualmente ancora in fase avanzata.

Il lavoro dei tecnici di Palazzo Chigi è condizionato dall’attesa del si definitivo alla richiesta di correzione dei conti soft dal Ministro Pier Carlo Padoan. Tuttavia stanno mettendo a punto un menù di interventi per la misure definitive da inserire nella prossima legge di Bilancio.

Punto focale restano le risorse da recuperare.

Per quanto riguarda la FATTURAZIONE ELETTRONICA TRA PRIVATI, argomento a noi più caro, uno dei punti fermi del pacchetto fiscale rimane l’estensione della fatturazione elettronica sul quale da tempo il Mef ha avviato un confronto con il Parlamento UE per ottenere la deroga al divieto di obbligatorietà dell’e-fattura.

L’obiettivo è rendere obbligatoria la fatturazione elettronica, oggi in vigore per i fornitori della Pa, anche ai rapporti commerciali fra privati. Una misura che secondo le prime stime dovrebbe garantire 1,5-2 miliardi per poi salire progressivamente negli anni successivi.

fonte: www.adiuto.it